Commenti Storia - Home page
Storia
Pagina 1 di 2 [Pag 1] | [Pag 2] |
The "Missing Years" of the Holy Shroud
FF68 03 Set 2010 09:58


"...Sono tornato, Sire, per dirvi che l'impresa insperata
si è compiuta..".

Beh, non ancora , ma la verità avanza a piccoli passi e senza clamore:

The "Missing Years" of the Holy Shroud

by A.Piana

http://www.enea.it/eventi/eventi2010/ArcheiropoietosImage040510/Piana.pdf


.."Sire, solo ora che vi so esposto nuovamente al pericolo
di una Santa Guerra, trovo il coraggio per rivelarvi ciò che mi
fu confidato a Monsura dal signore di Sonnac, prossimo a morire:
il Santo Lino, che reca in modo indelebile il vero volto del Cristo
e gli atroci segni del suo martirio, esiste davvero. Questo
Santissimo Lenzuolo che è la Reliquia più ambita e preziosa dell'universo
mondo fu, durante il sacco di Costantinopoli,
sottratto dal borgognone Ottone de La Roche che lo celò nel suo
feudo di Tebe dove, dopo oltre mezzo secolo, è tuttora
segretamente nascosto".

[I Cavalieri che fecero l'impresa]

--


questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad abuse@newsland.it



Repliche totali: 26 | Visualizza messaggio singolo

 
Bhisma 03 Set 2010 19:33
On Fri, 03 Sep 2010 09:58:06 +0200, inieri@getnet.it (FF68) wrote in
message <i5q9h0$fe5$1@news.newsland.it>:

>il Santo Lino, che reca in modo indelebile il vero volto del Cristo
>e gli atroci segni del suo martirio, esiste davvero. Questo
>Santissimo Lenzuolo che è la Reliquia più ambita e preziosa dell'universo
>mondo fu, durante il sacco di Costantinopoli,
>sottratto dal borgognone Ottone de La Roche che lo celò nel suo
>feudo di Tebe dove, dopo oltre mezzo secolo, è tuttora
>segretamente nascosto".
>
>[I Cavalieri che fecero l'impresa]

Nei film, appunto.

Nel mondo reale la Sindone resta un artefatto molto posteriore al
primo secolo e.v., che non può essere stato realizzato per impronta
diretta di un corpo umano :0)




Saluti da Bhisma

--

Il Cristianesimo è la più ridicola, la più assurda e la più sanguinosa
religione che abbia mai infettato il mondo.
(François Marie Arouet, detto Voltaire)

--
... e il pensier libero, è la mia fé!

Visualizza messaggio singolo | Torna all'inizio
 
FF68 04 Set 2010 13:54
Bhisma ha scritto:

> >il Santo Lino, che reca in modo indelebile il vero volto del Cristo
> >e gli atroci segni del suo martirio, esiste davvero. Questo
> >Santissimo Lenzuolo che è la Reliquia più ambita e preziosa dell'universo
> >mondo fu, durante il sacco di Costantinopoli,
> >sottratto dal borgognone Ottone de La Roche che lo celò nel suo
> >feudo di Tebe dove, dopo oltre mezzo secolo, è tuttora
> >segretamente nascosto".
> >
> >[I Cavalieri che fecero l'impresa]

> Nei film, appunto.

Lol, quello è solo un omaggio a Pupi Avati che nel 2001 disse
già tutto, dietro un prodotto apparentemente e forse volutamente
un po' goffo, ma del tutto chiaro per chi sapesse intendere.
Piana ha aggiunto tasselli preziosi, riscontri oggettivi.
Le modalità sono abbastanza verosimili, occorre ancora il riconoscimento
ufficiale e soprattutto l'ammissione da parte "templare".

> Nel mondo reale si tratta di un artefatto molto posteriore ai primi
> secoli e.v.

Sì? In base a quali ricerche? Quelle del Cicap? Il racarbonio
fatto con modalità discutibili che contrasta con tutti gli altri
studi condotti?


> che non può essere stato realizzato per impronta diretta
> di un corpo umano :0)

Infatti non è un'immagine formata per contatto, sebbene il telo
abbia avvolto davvero il corpo di un crocifisso,
Visualizza messaggio singolo | Torna all'inizio
 
Bhisma 04 Set 2010 15:25
On Sat, 04 Sep 2010 13:54:30 +0200, inieri@getnet.it (FF68) wrote in
message <i5tbo4$u36$1@news.newsland.it>:

>> Nel mondo reale si tratta di un artefatto molto posteriore ai primi
>> secoli e.v.
>
>Sì? In base a quali ricerche? Quelle del Cicap?

Toh, un altro anticicappino. Bada che rognare contro il Cicap (e per
di più a sproposito) è uno dei marchi inconfondibili del venditore di
fuffa, veh? :0)

Perché mica li ha fatti il Cicap, gli studi al C-14, sai. Li hanno
fatti tre serissimi istituti diversi, il meglio dell'epoca, scelti
dalla Chiesa Cattolica.

>Il racarbonio
>fatto con modalità discutibili

Mi spiegheresti cosa c'è di così discutibile in quegli studi, tanto da
ammettere un errore che possa comprendere il primo secolo e.v. nel
risultato? :0)

> che contrasta con tutti gli altri
>studi condotti?

Mi spiegheresti quali sono gli altri studi condotti che dimostrino
un'età della Sindone risalente al primo secolo e.v.? :0)

>Infatti non è un'immagine formata per contatto,

Ah, e come si sarebbe formata? Per la misteriosa radiazione emessa al
momento della resurrezione, quella che ha sballato pure il C-14? :0)
Questa te la posso passare in un film, o nella predica del parroco, ma
non in un NG di storia, o in un discorso tra persone razionali e non
superstiziose :0)




Saluti da Bhisma

--

Il Cristianesimo è la più ridicola, la più assurda e la più
Visualizza messaggio singolo | Torna all'inizio
 
Arduino 31 Ott 2010 15:14
Il 31/10/2010 12.00, Bhisma ha scritto:

> L'argomentazione mi sembra debole. L'attribuzione a Leonardo solletica
> certo il senso del romanzesco, e fa molto più colpo di quella a
> qualche sconosciuto artigiano, ma non mi pare esistano motivi
> sufficienti per accettarla.


Denza entrare nel merito, porrei qualche dubbio sul genio di leonardo:
Le chiuse vennero inventate cinquant'anni prima del suo arrivo a Milano.
Dei suoi mirabilanti sistemi che secondo lui avrebbero permesso di
costruire inattaccabili fortezze o ruinare quelle avversarie, nonostante
frequentasse le corti nessuno ha sentito il bisogno di servirsene. Il
suo caro armato sarebbe stato un assurdo centro per il tiro al bersaglio.
Forse, più che genio, fu un Juluius Verne che nel frattempo era
grandissimo pittore.
Ciao
Ad'I

> Saluti da Bhisma
>
> --
> ... e il pensier libero, è la mia fé!


Visualizza messaggio singolo | Torna all'inizio
 
Claudio Bianchini 31 Ott 2010 19:45
"Arduino" <arduino@nomail.it> ha scritto nel messaggio

> Dei suoi mirabilanti sistemi che secondo lui avrebbero permesso di
> costruire inattaccabili fortezze o ruinare quelle avversarie, nonostante
> frequentasse le corti nessuno ha sentito il bisogno di servirsene

Quando i veneziani gli sentirono dire che una flotta di palombari avrebbe
potuto attaccare delle navi da sotto la chiglia molto verosmilmente
pensavano di aver a che fare con un matto, poi però in anni recenti qualcuno
ha provato a ricostruire la tuta da palombaro di Leonardo e s'è visto che
funziona per davvero. Questo documentario

http://www.youtube.com/watch?v=IQ9ar3X_u1k
illustra il lavoro dei moderni "leonardiani", quelli cioè che riprovano e
ricostruire le sue macchine partendo dai suoi disegni



Visualizza messaggio singolo | Torna all'inizio
 
Arduino 31 Ott 2010 19:54
Il 31/10/2010 19.45, Clau Bianchini ha scritto:

> Quando i veneziani gli sentirono dire che una flotta di palombari avrebbe
> potuto attaccare delle navi da sotto la chiglia molto verosmilmente
> pensavano di aver a che fare con un matto, poi però in anni recenti qualcuno
> ha provato a ricostruire la tuta da palombaro di Leonardo e s'è visto che
> funziona per davvero. Questo documentario

Una tuta da palombaro concettualmente non è difficile, basta un tubo che
mandi l'aria al palombaro ed il gioco è fatto.
Ciao
Ad'I

Visualizza messaggio singolo | Torna all'inizio
 
Claudio Bianchini 01 Nov 2010 15:48
"Arduino" <arduino@nomail.it> ha scritto nel messaggio

> Il 31/10/2010 19.45, Clau Bianchini ha scritto:
>> Quando i veneziani gli sentirono dire che una flotta di palombari avrebbe
>> potuto attaccare delle navi da sotto la chiglia molto verosmilmente
>> pensavano di aver a che fare con un matto, poi però in anni recenti
>> qualcuno
>> ha provato a ricostruire la tuta da palombaro di Leonardo e s'è visto che
>> funziona per davvero. Questo documentario
>
> Una tuta da palombaro concettualmente non è difficile, basta un tubo che
> mandi l'aria al palombaro ed il gioco è fatto

Si ma quella ufficiale è stata inventata nel 1820, mettiamo anche che il
paracadute di Leonardo non avesse scopi pratici perchè nessuno doveva fare
salti di centinaia di mt., della tuta da palombaro invece c'era bisogno per
riprendere qualcosa da un relitto o per esplorare qualche fondale basso



Visualizza messaggio singolo | Torna all'inizio
Pagina 1 di 2 [Pag 1] | [Pag 2] |